Home Sport Alla Juve c’è un attaccante di troppo. Anche senza Mauro Icardi

Alla Juve c’è un attaccante di troppo. Anche senza Mauro Icardi

112
0
SHARE
Alla Juve c'è un attaccante di troppo. Anche senza Mauro Icardi
Alla Juve c'è un attaccante di troppo. Anche senza Mauro Icardi

Posizione di attesa. La Juventus non intende cambiare la strategia di Mauro Icardi di un punto. Sta aspettando che l’ultima settimana del mercato dei trasferimenti rompa il ritardo, sta aspettando che l’Inter abbandoni l’attaccante del Rosario oltre alla Juvent Scrub e presenti un’offerta che non supererà i 50 milioni di euro . Di recente, Napoli ha gestito con rigore gli attaccanti del Rosario. E Napoli informò che Icardi avrebbe aspettato fino a questa settimana una risposta dato che non poteva aprire senza chiudere la porta. In caso di fumo nero, tranne per cambiare l’obiettivo.

Quindi la Juve rimarrà in sospeso per almeno qualche giorno in più, ma nel frattempo almeno un attaccante deve continuare a muoversi prima dell’incarico per vendere in rosa. Inoltre, se Divara è una presenza insostituibile per Sally, Mario Mandukić sarà venduto indipendentemente dalla prossima mossa della Juventus se Mauro Icardi potrà essere consumato con la sicurezza che indosserà la maglia della Juventus l’anno prossimo. Io continuerò Al momento l’attaccante croato è il primo sospettato a partire. Nonostante un rinnovo del contratto in arrivo ad aprile e un’offerta concreta (e convincente) nascosta da parte di Torino. Mandzukic ha un mercato in Bundesliga, piace al Bayern, e potrebbe tornare nel caso di un’offerta ufficiale per il ruolo di Vice Rwandowsky in Baviera.
Invece era destinato a rimanere a Gonzalo Higuain. L’unica trattativa specifica riguardava il trasferimento a Roma, ma il rinnovo del contratto di Edin Jeco ha sicuramente chiuso le porte all’arrivo di un altro attaccante.

SHARE
Previous articleIl matrimonio di Nadal ha una data
Next articleJuvecaserta: il 26 luglio la sentenza del Coni, ma si guarda già oltre
aveva sede a Washington, DC, dove era corrispondente per il fine settimana di incarico generale e produttore digitale. Pham ha anche lavorato come corrispondente a Londra con International, coprendo la crisi dei rifugiati siriani e altre storie regionali in Europa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here